Ultreia

by Randone

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Includes full digital booklet with images and lyrics translated in English, German and Spanish language
    Purchasable with gift card

      €9.90 EUR

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Mini-Lp with 24 pp color booklet

    Includes unlimited streaming of Ultreia via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 1 day

      €14.97 EUR or more 

     

  • Full Digital Discography

    Get all 7 Randone releases available on Bandcamp and save 35%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of Ultreia, Singles & Unreleased, Linea di confine, Hybla act 1, Ricordo, Nuvole di ieri, and Morte di un amore. , and , .

    Purchasable with gift card

      €34.13 EUR or more (35% OFF)

     

1.
Ultreia 07:16
Porsi semplicemente come aria in balia del vento come un’idea sotterrata dal tempo con radici bruciate dai fuochi della libertà Se mai pensassi che amare od odiare potesse bastare per sentirsi vivi smetterei di tremare innanzi all’immagine di un uomo che muore Non fermarti mai a guardare indietro, non fermarti mai a pregare il cielo A Guadalupe una statua scolpita nel legno, sul monte Jaizkibel una lastra di pietra e a Pasaia le case dai molti colori mi bastano già Ma questa Via è già segnata e domani la strada mi porterà ancora dove tutto si piega al mutar delle ore dietro alle candide ali di una mariposa (farfalla) Non fermarti mai a guardare indietro, non fermarti mai a pregare il cielo SO SAY WE ALL: Ultreia quello che conta è la strada che va Indietro troverò solo rimpianti, fantasmi di perdute età Andare ovunque mi porti la vita è quello che mi salverà Dal disincanto malato dell’uomo ch’è schiavo della propria libertà Io lo so che all’alba c’è ancora una strada, la scelta più facile
2.
Bocadillo con queso, tortilla francesa, ensalada mixta con huevo E ti svuotano le tasche queste signorotte basche Per un pugno di patate ed una cerveza Non so se io sarò capace Di andare avanti ancora e ancora O si non sei capace hombre Di andare avanti sulla Via Sei vecchio e stanco e il tuo ginocchio ha già deciso che dovrai fermarti Senti cosa fare prendi un treno per Irún E poi tornatene a casa a lavorare Non so sei io sarò capace Di abbandonare questa Via O si cabrón che sei capace Almeno questo lo puoi fare Non so se io sarò capace
3.
Passo alle mie bianche vesti Il seme che ho raccolto da questa terra sacra Lieve il senso dell’amore Da tutto quanto il mondo si posa su di me Non so se riuscirò ancora A sentirmi parte di tutto l’universo Sento fra le montagne verdi La voce della vita cantare il nuovo giorno E conteso fra la magia e la realtà Seguo i passi di questa via ch’è segnata Senza il rischio di una scelta sbagliata Passo il giorno a raccontare ai viandanti della mia felicità (Passo) alle mie bianche vesti, il seme che ho raccolto da questa terra sacra (lieve) il senso dell’amore da tutto quanto il mondo (fra le montagne verdi) si posa su di me, si posa su di me (il canto della vita) si posa su di me (si posa su di te)
4.
Mariposas 04:01
Vola il mio pensiero fra le ombre delle mariposas (farfalle) Esse segnano il mio cammino, si amano e poi si lasciano Affidando al cuore il ricordo dei loro intrecci cromatici
5.
Soy peregrino en esta tierra, marcho contento hacia Dios; soy ciudadano de su Reino, voy anunciando su amor. Soy peregrino y caminante, soy mensajero de la paz; traigo a los hombres el mensaje, que con nosotros Dios está. ¡Hay una estrella en mi camino; la luz divina de la fe, ella señala mi destino: llegar a ti, Jerusalén!
6.
Qui ed ora 07:05
Notte silenziosa, non vedo una stella, nel cielo di Cantabria Ma sono pieno di vita, fino all'orlo della mia sensibilità Ed il silenzio non mi spaventa, non ora che sono sulla Via La vita è andare avanti, e solo di tanto in tanto Fermarsi a ricordare le cose che hai lasciato Senza chiederti perché è passato, senza domandarti cosa sarà Ho lasciato te col mio sombrero Le finestre adesso ridono Ed io, col core in pace, passeggio sotto la "cirimiri" protetto dagli alberi sul viale e sorrido al tenero ricordo del suo viso magra espressione di dolcezza che veste una corazza di forza
7.
Sto ripensando ai tuoi occhi In questa “cama” dalle lenzuola lerce e m’imbarazza il pensiero di confidarti che t’amo di già Bello il tuo viso alla luna canto per te mia signora che hai riempito di luce questo mio cuore imbiancato dal tempo Madre terra che mi hai accolto restituiscimi al sole perchè possa tornare al mondo dimenticando il tuo nome Ma se un bel giorno t’incontrassi ancora mi basterebbe un sorriso per raccontarti quanto ti ho amata nel modo che preferisco con una canzone … con questa canzone La tristeza que tiene mi alma, por el blanco camino la dejo, para ver si la encuentran los niños y en el agua la vayan hundiendo, para ver si en la noche estrellada a muy lejos la llevan los vientos.
8.
Rosa 07:09
Lascia il tuo fardello, recupera il fiato se non resti accetta almeno del té La cama ed una manta per il tuo corpo stanco se vuoi un piatto caldo chiedi a me Qui io faccio mia la gioia dei viandanti E mi piace stare ad ascoltare i loro racconti Pellegrini sulla Via, camminanti e testimoni di magia Che verrà a lenire quel dolore a riempire quel silenzio che c’è in me Chiedi a me, se la notte c’è qualcosa che ti fa preoccupare Qui l’essenza del cammino mi circonda e il vento mi disordina i pensieri Pellegrini sulla Via, che stanotte riposate a casa mia Per me non c’è posto dove possa fare meglio se non qui all’albergue Tutti parlano di Rosa e del suo albergue dicon che i viandanti qui siano accolti come VIP ogni pellegrino ch’è passato dal suo albergue ha lasciato la sua gioia, puoi sentirla fra le mura La mia fatica sulla cama si annienterà dopo la doccia e un pasto caldo con gli amici tuoi Ribadesella è lontana ed il sole è giù forza Diego ancora un passo, Setxo e Nina son già là forse Franciska ci raggiungerà fra un po’ Rosa accenderà una luce e le dirà che siamo qui
9.
Soffia il vento sulla Via, e mi ricordo dei tuoi occhi verdi Nei quali amavo perdermi la sera Sono arrivato fin quassù, per rassegnarmi a quello che ho imparato Che tu non sei più tornata indietro... da me Spendo i giorni ad andare, sempre più avanti finche il sole muore Dove sciogliere le tue catene Vorrei parlarti di me, ma non sopporto di vedermi triste Per qualcosa che è andato perso So close, so close, so close, so far away So close, so close, so close, so far away E tu che hai bruciato le mie certezza Col tocco delle tue carezze La nebbia qui a Peon nasconde quello che dovrei tornare a prendere Chissà che la mia Via non sia soltanto una bugia Che mi racconto per andare avanti, senza te Conto i passi sulla Via, e mi ricordo dei tuoi occhi verdi So close, so close, so close, so far away
10.
11.
La finestra della Iglesia de la Virgen Blanca mira un pueblo abbandonato alle felci consegnato ed è lì che scelsi di lasciare un pezzo del mio cuore consegnandolo al passato, fra le pietre d’una Via lasciata indietro Sebastian e Sibilla sono stanchi di guardare ed incerti sull’andare stanno fermi ad ascoltare c’è solo questa via che ci racconta come siamo nelle cose andate male come in quello che adoriamo Soffia il vento su la Iglesia e la virgen blanca si desta Ad accoglierti fra le sue braccia, che hai bisogno di una fede vera E’ nell’acqua e in tutte le cose quell’essenza che si riscopre Quando sei da solo con te stesso in un luogo che sia benedetto
12.
Santiago 06:49
Fra le nubi scorgo un volto, scopre nuove forme il mondo Libero il suo canto si alzerà. Dentro i cuori dei viandanti stanchi porterai serenità finche l’alba non verrà Polvo, barro, sol y lluvia es el camino de Santiago millares de peregrinos y más de un millón de años. Peregrino, ¿quién te llama? ¿qué fuerza oculta te atrae? No es el camino de las estrellas ni las grandes catedrales. Dove l’uomo non è stato mai Tra montagne antiche e ancora su Todo lo veo al pasar y es un gozo verlo todo más la voz que a mi me llama lo siento mucho más hondo. Polvo, barro, sol y lluvia es el camino de Santiago - Madre abuela, donde està Santiago? - Por allì con la luna rendida a sus plantas, con el sol escondido en el pecho. La fuerza que a mi me empuja, la fuerza que a mi me atrae no sé explicarla ni yo sólo el de arriba lo sabe Esta noche ha pasado Santiago su camino de luz en el cielo. Lo comentan los niños jugando con el agua de un cauce sereno. ¿Dónde va el peregrino celeste por el claro infinito sendero? Va a la aurora que brilla en el fondo en caballo blanco como el hielo. ¡Niños chicos, cantad en el prado horadando con risas al viento!

about

VIDEO PROMO: youtu.be/5DhI9oXgJnw

Ultreia is a rock opera inspired to the "Camino de Santiago" and is the first act of a trilogy called "Canzoni sulla via"... more info on www.canzonisullavia.it

credits

released July 18, 2014

Nicola Randone - Voce, chitarre, ukulele, tastiere ed elettronica
Marco Crispi - chitarra elettrica ed acustica
Livio Rabito - basso, marranzano e cori
Maria Modica - voce femminile e cori
Riccardo Cascone - batteria

GUESTS
Beppe Crovella - altre tastiere vintage
Carmelo Corrado Caruso - baritono
Enrico Giurdanella - campane di cristallo
Massimiliano Sammito - flauto, armonica, darabuca e hang

license

all rights reserved

tags

about

Randone Ragusa, Italy

Randone is a progressive rock band that comes from Sicily.
At present, the band is formed by: Nicola Randone (Lead Vocals, acoustic guitar and keys), Marco Crispi (el. guitar), Maria Modica (vocals), Livio Rabito (bass and vocals), Riccardo Cascone (drums) and has signed with Electromantic Music by Beppe Crovella ... more

contact / help

Contact Randone

Streaming and
Download help

Redeem code

Report this album or account

If you like Randone, you may also like: